progettare alberi in città

Alberi in città e progettazione di paesaggio urbano

Il prossimo 12 maggio terrò una lezione dedicata agli alberi in città agli allievi della Scuola di Architettura e del CLM in Architettura del Paesaggio dell’Università di Firenze, nell’ambito del seminario tematico PROGETTARE CON LA NATURA. Conoscere i materiali viventi.

Mercoledì 12 maggio 2021
15.30 – 16.30
Alberi in città e progettazione di paesaggio urbano, Valerio Cozzi, AIAPP

Forse più che al titolo, fortemente ispirato all’opera di Ian McHarg Design with Nature (1969), trovo che un progettista contemporaneo debba fare attenzione al sottotitolo: conoscere i materiali viventi. La natura rischia di ridursi a uno strumento idealizzato, lontano dalla realtà in cui si deve operare e che invece merita sempre di essere approfondita per ciò che è e per ciò che, con un po’ di aiuto, potrebbe diventare. Al pari degli alberi, anche le persone e le attività economiche con le loro dinamiche e le loro esigenze sono materiale vivente per chi progetta il paesaggio urbano. Disegnare spazi verdi per la collettività è considerare i fattori naturali e antropici, le loro relazioni e intersezioni per dare luogo – in senso forte – a nuovi modi di vivere, proiettati verso una maggiore sostenibilità e, perché no, verso un rinnovato senso del vivere in città.

Le persone contano, ovvero come fare rete possa davvero cambiare il mondo

Sono passati quasi due anni dalla mia partecipazione a Radicity ma i ricordi sono ancora vivissimi, così come i rapporti umani e professionali che si sono creati in quell’occasione.

A Eboli un team di architetti trasforma ogni anno la città con nuove trame verdi ed ecosostenibili invitando progettisti “forestieri” sempre diversi a collaborare con i cittadini, le aziende locali e l’amministrazione.

Quale esempio migliore per ripensare al nostro futuro dopo l’emergenza Coronavirus?