Valerio Cozzi

Sono un architetto del paesaggio con base fra Milano e Malpensa, lavoro in Italia e all’estero come progettista, project manager e consulente per architetti, site manager e committenti privati. Mi occupo di persona di ciascun progetto, affiancato dai miei collaboratori o in team con altri professionisti in funzione delle esigenze e del contesto – un architetto del paesaggio è sempre in mezzo alla mischia: ha il compito di mettere d’accordo progetto, contesto, richieste della committenza, esigenze vegetali, sostenibilità, interventi edili, impianti e sottoservizi, leggi, norme e consuetudini… nel rispetto dei budget, dei cronoprogrammi e delle stagioni.

Da più di vent’anni progetto e curo la realizzazione di paesaggi urbani e naturali, parchi, spazi aperti, terrazzi, giardini interni, giardini pensili e pareti verdi per contesti abitativi, formativi, commerciali e multifunzionali. Partecipo alla stesura di masterplan, studi e progetti paesaggistici. Sgranato il rosario delle mie competenze per esigenze di SEO, ecco le altre coordinate per farsi un’idea su di me.

Laurea in Architettura al Politecnico di Milano (1998) e Master di Progettazione e Conservazione del Giardino e del Paesaggio, Politecnico di Milano – Fondazione Minoprio (1999). Iscritto all’Ordine degli Architetti di Milano dal 1999 e membro dell’Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio AIAPP dal 2002, sono stato designer, project manager e supervisore di lavori per lo studio AG&P dal 1999 al 2012. Dal 2014 sono socio SIA – Società Italiana di Arboricoltura e ISA – International Association of Arboriculture.

Chi progetta difficilmente si assesta nella propria zona di comfort: cercare di superarla è un’esigenza naturale. Ecco forse perché non ringrazierò mai abbastanza chi mi ha invitato per la prima volta a progettare un giardino in Arabia Saudita nel 2009. Quell’esperienza mi ha aperto alla conoscenza di un ambiente estremo, a una cultura affascinante dalle radici profonde, alla collaborazione con professionisti di livello internazionale, all’amicizia di persone generose e stimolanti. Da allora sviluppo giardini, masterplan e progetti paesaggistici nell’area di Riyadh, contribuendo a concretizzare la Saudi Vision 2030 per un paese più verde.

Per tornare alle attività in Italia, mi impegno a sviluppare la mia carriera di architetto del paesaggio mantenendo il contatto con il mondo della ricerca e della formazione, ideando, coordinando e tenendo corsi tecnici e di progettazione alla Civica Scuola Arte & Messaggio di Milano e alla Fondazione Edmund Mach di Trento. Non so come, ma a volte riesco anche a fermarmi e a produrre articoli e pubblicazioni specialistiche.

Convinto che la cultura del paesaggio sia un valore civico da condividere, sono Presidente della Commissione per il Paesaggio della Città Metropolitana di Milano e del comune di Ballabio (LC), esperto ambientale delle Commissioni Edilizie dei Comuni di San Giorgio su Legnano (MI) e Busto Garolfo (MI).