giardino pensile ai piedi di un cavedio

Giardino all’improvviso, Como

Un piccolo giardino pensile dischiude all’improvviso la visione di un mondo primordiale. Realizzato in un edificio di pregio a Como, offre uno spazio di rappresentanza per gli uffici al pianoterra e, al tempo stesso, un teatro verde per i residenti dei piani superiori. La luce attenuata del piccolo cavedio esposto a Nord ha ispirato l’idea di evocare un salto nel tempo. Come in una foresta vergine le felci conquistano la scena definita da un doppio bordo ellittico di metallo marrone. Lastre irregolari di quarzite di Barge evocano la presenza e i riflessi dell’acqua. Ortensie si arrampicano su un treillage a rombi, acanti, vinche e altre specie da sottobosco colonizzano la fioriera realizzata su disegno: il loro fogliame verde scuro conferisce profondità alla composizione. Protagonista è la scultura EGG in acciaio cor-ten® realizzata su disegno per evocare la forza e il mistero della comparsa della vita sulla terra. La palette naturale aumenta il benessere di chi lavora sul posto, il design sfrutta le curve dinamiche dell’ellisse per invitare lo sguardo a esplorare la composizione. Le scelte vegetali privilegiano piante dal fogliame fitto e dalle forme esotiche per trasmettere l’immagine di un luogo incontaminato.


Dove: Como
Area: 36m2
In collaborazione con: Fusaro Mario Srl (realizzazione scultura in cor-ten®), Società Agricola Panda Srl (fornitura e installazione del verde) Barducco carpenteria metallica (elementi e fioriere in metallo)
Anno: 2012 (progetto), 2013 (realizzazione)
Servizi: Concept, progetto definitivo e costruttivo, progetto della scultura EGG in cor-ten®, Direzione Artistica


Pubblicato su:

Scroll UpScroll Up