Riflettiamo sul valore materiale di un installazione temporanea. Riflettiamo sul valore morale di una pianta che muore. Non ci auguriamo che avvenga. La città Nursery è la sintesi della foresta urbana, è il modulo, la particella minima. Tutti i materiali qui impiegati ritorneranno nella loro collocazione iniziale. Le piante non verranno gettate ma ritorneranno al loro posto nel vivaio. Non ci sono carciofi che hanno le ore contate o piante destinate a cuocere sotto il sole, preparate per vivere solo per dieci giorni. E se i giorni fossero quindici? Venti? Un progetto d’allestimento temporaneo può comunque essere pensato perché gli elementi che lo compongono possano continuare a vivere. La città Nursery, è così. Durerà come può durare un pezzo di città, quanto il tempo, il clima e la cura dell’uomo gli consentiranno.

Valerio Cozzi - festival degli orti - nato x durare_1